SIX MEMOS

15 – 30 settembre 2013

Casa tipica Ziu Leonardo - Monte Granatico
Siliqua, Vico S.Antonio cortile del municipio.

un progetto di Daniele Ledda
a cura di Erica Olmetto 

Inaugurazione: domenica 15 settembre 2013 ore 19.30

Inaugura a Siliqua domenica 15 settembre alle ore 19.30 presso Casa tipica Ziu Leonardo - Monte Granatico, la seconda tappa della rassegna d'arte contemporanea Six Memos, successiva all'esordio del 23 novembre 2012 tenuto nelle sale espositive del Centro d'arte e cultura Castello San Michele a Cagliari. La manifestazione, sempre curata da Erica Olmetto e ispirata ad un progetto di Daniele Ledda dedicato alle note e dibattute “Lezioni americane” di Italo Calvino, avrà luogo dal 15 al 30 settembre 2013. Installazioni, suoni e azioni saranno indirizzati ad instaurare un dialogo col pubblico coinvolgendolo sia con l'allestimento delle opere di 8 artisti di diversa provenienza, la performance di Sara Giglio, ispirata alla lettura di Samuel Beckett e le “improvvisazioni sonore” del progetto Snake Platform che si esibirà il 29 settembre in chiusura di manifestazione.
Il 15 settembre alle 19:30 la rassegna si aprirà con la lettura di un brano tratto dal romanzo di Beckett, l'Innominabile, con il quale Sara Giglio comunicherà al pubblico, servendosi della struttura letteraria run-on sentence, il concetto di velocità del pensiero strettamente collegato alla Rapidità di Calvino. Il monologo rappresenta un vortice continuo e simultaneo di pensieri che si affollano nella mente dell'autore che reagisce con l'immobilità, incapace di controllare la sua eccitazione. Gli interventi, quindi, saranno ispirati ancora una volta alle Lezioni Americane, il cui titolo originale, lo ricordiamo, è “Six Memos for the next Millennium”: le lezioni scritte da Calvino nel 1984 per l’Università di Harvard ma mai tenute, sono collegate alle sei caratteristiche da lui individuate e descritte nei tanto discussi appunti e interpretate spesso dalla critica come qualità riferite alla letteratura ma, in realtà, riscontrabili in qualunque aspetto della realtà contemporanea. Alla Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità, Molteplicità e “Consistency” (la morte dello scrittore sopraggiunse mentre scriveva l'ultima lezione), sono strettamente connessi i lavori degli artisti presenti in mostra. Saranno presentate le seguenti opere: l'installazione video dell'artista Silvio Giordano, Packaging life, il nuovo video di Matteo Campulla, AV Memos, basato sulle recenti ricerche sul paesaggio contenute in Scars [video project], l'originale video installazione reportage di Maria Dominguez Alba, l'accattivante documento Pop proposto da Progetto Askòs (Chiara Schirru e Michele Mereu), Claim, dedicato alla commercializzazione del prodotto e alla sua divinizzazione, il video tk18 tratto dalla video performance di Ellepluselle, il plastico di Paolo Ollano, le elaborazioni plastiche e digitali dei Solid Memos di Daniele Ledda e le raffinate e concettuali opere grafiche di Jorge Garcia.


Ufficio stampa: ericaolmetto@gmail.com tel. 328 4328941 
Info: Daniele Ledda tel. 380 2331564

Logo Associazione Culturale DEHE ART

Newsletter
Iscriviti per ricevere informazioni aggiornate sulle nostre attività

> Leggi l'informativa sulla privacy



Cancellati